Chiesa di S.Egidio Abate di Bagnara - Università Agraria Bagnara

Vai ai contenuti

Menu principale:

Chiesa di S.Egidio Abate di Bagnara

Il Territorio > Bagnara
 

CHIESA S.EGIDIO ABATE Di BAGNARA


La chiesa intitolata a S.Egidio il Santo Abate ateniese vissuto nel VII secolo è una costruzione risalente al secolo XIV (1300).
La facciata è volta verso oriente come la maggior parte di tutte le chiese antiche.
La prima volta che la chiesa appare citata da documento è nel 1333 nel pagamento della decima al Papa Giovanni XXII.
Nel 1573 la Parrocchia raccoglieva quarantasei famiglie e risultando dalla visita Apostolica del Camagliani di quell'anno priva di casa pastorale, fu costruita la casa per il parroco. Nel  1574 l'Università degli Uomini di Bagnara realizzò la fonte battesimale.
L'origine trecentesca della chiesa lo dimostra chiaramente lo stile della costruzione ogivale-francescano, con tetto nudo sostenuto da quattro archi (due più recenti) a sesto acuto.
Negli anni 1611-1612 si fece erigere un nuovo campanile e fondere una nuova campana dagli uomini dell'Università stessa. Il suo acquisto venne così motivato nella delibera degli Uomini dell'Università: "Perchè spesso occorre perseguire banditi et uomini facinorosi che capitano nella nostra montagna, se par bene di comprare una campana per dare all'arme et radunare il popolo e perseguire li detti banditi et uomini facinorosi, la quale campana potrà servire per congregare gli uomini dell'adunanza per il servizio pubblico.
La campana costò scudi quaranta e gli uomini dell'Università se ne riservarono il diritto d'uso.
Poco prima del Settembre 1647 la chiesa fu danneggiata da un incendio in modo tale che non vi si poteva più custodire il SS.MO Sacramento e sorse discordia tra gli Uomini dell'Università e il Parroco su chi era tenuto a ripararla.
Alla chiesa di S.Egidio per renderla più ricca era unito il beneficio della chiesa di Mosciano e di S.Lucia di Aggi.
La chiesa presenta anche un bellissimo organo del XIX secolo acquistato dalla cattedrale di Nocera ed opera della ditta Carletti di Fabriano e si trova in apposita cantoria in fondo alla chiesa.
Vi sono tre altari per tre Confraternite: il SS.MO Sacramento, il S.Rosario e del Carmine.
La Confraternita del SS.Mo Sacramento, la più importante è nell'altare principale e già esisteva nel 1581.
Con bolla del 4 Gennaio 1611 questa Confraternita veniva aggregata alla confraternita del medesimo titolo della chiesa di S.Maria sopra Minerva in Roma.
La nostra chiesa per il suo pregio artistico è compresa nellelenco degli EDIFICI MONUMENTALI (Nocera Umbra chiesa parrocchiale nella frazione di Bagnara affreschi votivi del XV-XVI secolo).

 
 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu